+ 39 333 964 0032

Mi sento giù, ho perso interesse nelle cose o, se le faccio, non mi entusiasmano come una volta, non dormo bene e faccio fatica nella mia vita quotidiana ogni giorno. Non riesco a concentrarmi come vorrei. Questa è la descrizione che fanno di è le persone che si sentono depresse. Indipendentemente dal fatto di avere pensieri di morte o aver metto in atto tentativi di suicidio, sentirsi così è già qualcosa da prendere sul serio.

Se i disturbi durano a lungo e causano disagio significativo è probabile che si tratti di quella che i manuali diagnostici chiamano depressione.

Info demografiche sulla depressione

  • Le donne sono due volte di più soggette degli uomini a sviluppare una depressione.
  • Il 10% delle persone nel corso della vita ha dei sintomi riconducibili alla depressione.
  • Il primo esordio depressivo in genere si ha tra i 20 e i 30 anni.
  • Metà delle persone depresse soffrono anche di ansia.
  • Solo la metà delle persone che mettono in atto tentativi di suicidio soffre di depressione o di altri disturbi dell’umore.
  • L’esercizio fisico ha un effetto antidepressivo (anche se non “cura” la depressione)

Ma tutto questo non è importante. Se tu (o un tuo familiare) si sente depresso, stai vivendo una esperienza unica.

Fattori di rischio

Certo ci sono fattori di rischio che rendono più probabile la comparsa di un problema di questo tipo:

  • una storia familiare di depressione o di un altro disturbo dell’umore
  • perdite e lutti ripetuti nel tempo
  • eventi stressanti

l’unica cosa che è certa è che il proprio modo di essere, ad un certo punto, di fronte ad un evento o ad una serie di eventi, fa emergere una sintomatologia tipo quella descritta sopra.

La depressione non è una malattia

Affermare che la depressione è una malattia è un luogo comune spesso perpetrato per semplificare il fenomeno o per smerciare farmaci. La depressione è un disturbo, cioè un insieme di sintomi (sintomatologia depressiva) e non la causa della condizione clinica. Per malattia infatti si intende una condizione dell’organismo causata da alterazioni organiche e funzionali. Questo termine riguarda solo entità cliniche sostenute da alterazioni lesionali fisiche. Un disturbo è un quadro clinico di sofferenza psichica.

Non prendere per buono il luogo comune che vuole la depressione come una malattia vuol dire rinunciare all’idea che ci sia qualcosa che cura una malattia che la persona subisce. Per superare la depressione bisogna mettersi in gioco personalmente.

Terapia della depressione

Psicoterapia e farmacoterapia possono essere le soluzioni giusti in caso di depressione. una combinazione di entrambe, quindi la psicoterapia abbinata alla terapia farmacologica, è ritenuta il più efficace intervento per sconfiggere la depressione.

Di solito il trattamento farmacologico si avvale di farmaci antidepressivi: gli studi suggeriscono ad esempio che i SSRI sono molto efficace contro i sintomi più gravi e invalidanti della depressione.

La psicoterapia invece è la forma di intervento che permette alla persona di restituire un senso coerente alla propria esperienza. La persona con depressione grazie alla psicoterapia può comprendere il proprio modo di funzionare, trovare un modo di essere più efficiente ed efficace e modificare pensieri, emozioni e comportamenti.

Ti è piaciuto l’articolo? Vuoi avere altre informazioni su come ti potrebbe aiutare un percorso di psicoterapia? Contattaci compilando il form oppure telefonicamente. In questa particolare “area” ti suggeriamo:

| psicologo depressione | psicoterapia depressione | psicologo sbalzi d’umore | psicoterapia depressione firenze | terapia depressione | curare la depressione firenze | aiuto psicologico depressione | psicoterapia bassa autostima | psicologo depressione bagno a ripoli  | psicoterapia depressione firenze sud | cura della depresisone firenze |